sabato, Settembre 18, 2021
spot_img
HomeLetti per voiNews e curiositàProdotti naturali per la moto del futuro

Prodotti naturali per la moto del futuro

Semi di lino, ananas, alghe. Potrebbero essere ingredienti per un piatto vegano un po’ stravagante. Oppure, incredibile ma vero, surrogati naturali per assemblare un moto decisamente particolare.
Sono infatti questi alcuni dei materiali con i quali è costruita la moto ideata e realizzata dalla start-up statunitense Tarfom, il cui quartier generale si trova a Brooklyn. Idea folle oppure visionaria?

Sostenibile e a impatto (quasi) zero
La spiega bene Taras Kravtchouk, fondatore di Tarform. “L’idea era di creare la moto di domani. Se dovessi costruire una motocicletta pensando alla sostenibilità, quali sarebbero i princìpi che dettano le mie scelte? Elettrica, ma anche a impatto zero, o quasi, per l’ambiente”.
Ed ecco che, invece della comune plastica, per fabbricare sellino e pannelli laterali sono stati utilizzati ananas, mango, mais, semi di lino o altre fibre naturali. Per le vernici, niente di tossico ma piuttosto estratti di alghe. Ovviamente la struttura portante della moto è in alluminio, però riciclabile.

Una scelta che piace
La visione lungimirante di Tarform sta raccogliendo successo e intrigando molti produttori storici. Sono infatti molti i brand di motociclette che stanno inseguendo lo stesso pubblico, tra cui Harley-Davidson, che ha introdotto la sua prima motocicletta elettrica, LiveWire, nel 2019, e Zero Motorcycles, una giovane azienda californiana che ha visto l’interesse per le sue motociclette elettriche raddoppiare nello scorso anno.

Ma non è per tutti
Molto bello, ma quanto costa il gioiellino che strizza l’occhio al mondo vegan? Uno sproposito: il primo modello sfiora i 40mila euro, mentre le versioni successive si posizionano sui 22mila euro. Siamo perciò di fronte all’ennesimo prodotto destinato ai soliti fortunati. Che, come sempre, non mancano: gli ordini arrivano a valanga, e questo ci fa pensare che non sia tanto una scelta motivata dal rispetto dell’ambiente quanto, molto più prosaicamente, un modo per cavalcare l’onda del momento.

- Advertisment -spot_img

Most Popular

Recent Comments