sabato, Settembre 18, 2021
spot_img
HomeVegani famosiLewis Hamilton, il re dei piloti

Lewis Hamilton, il re dei piloti

La scelta del carburante da mettere nel proprio motore ha immediate ripercussioni sulle prestazioni della macchina. Fuor di metafora, se mangi bene il tuo organismo ringrazia. Lo sa bene Lewis Hamilton, il campione di Formula 1 più vincente della storia.

L’unica strada per salvare il pianeta
Non sono passati tanti anni da quando Hamilton è diventato vegano, ma è certo che ha sorpassato tutti (chi meglio di lui) e oggi è senza dubbio uno dei vip vegani più famosi al mondo. La sua opera di proselitismo sui social –­ lo seguono quasi 22 milioni di persone – non conosce tregua ed è di grande impatto. Tra l’altro Lewis ha le idee molto chiare, e non perde occasione per esporle pubblicamente: “Il veganesimo è l’unico percorso da intraprendere per salvare il mondo. L’estinzione della nostra razza è sempre più probabile se non smetteremo di sfruttare le risorse ambientali come stiamo facendo oggi”. Certo, fa un po’ specie sentire parole del genere da uno dei maggiori esponenti del mondo automobilistico, che non è propriamente il meglio per la salvaguardia dell’ambiente, ma tant’è, non possiamo pretendere che un singolo pilota rivoluzioni le dinamiche che governano la Formula 1.

Per la mia salute e per gli animali
Per quali motivi Hamilton è diventato vegano? Due, decisamente importanti: la salute e il rispetto della vita di ogni essere vivente. “Non mi sono mai sentito tanto in forma”, ha commentato Lewis. “Da quando ho abbandonato definitivamente tutti i cibi di derivazione animale la mia vita si è trasformata in meglio. Sto bene, il mio cervello e il mio organismo lavorano all’unisono per garantirmi prestazioni al top”. Ma c’è dell’altro, ed è un punto che Lewis non perde occasione di sottolineare. “Trovo insopportabile la crudeltà con la quale l’uomo si accanisce contro gli animali. Che sia per mangiarli o per sfruttarli, questo massacro quotidiano non mi dà pace”.

Roscoe, il cane vegano
La scelta vegana adottata dal campione inglese ha coinvolto, immaginiamo suo malgrado, anche l’affezionato Roscoe. Hamilton ha infatti recentemente annunciato il passaggio a un’alimentazione vegan anche del suo cane. Sembra che la salute di Roscoe sia molto migliorata e il pilota riconduce il ritrovato benessere del cane all’abbandono definitivo di proteine di derivazione animale. Non tutti sono concordi con la scelta di imporre a un cane cibi esclusivamente vegetali, ma il buon Hamilton non è certo il tipo che si fa condizionare dai pareri altrui…

- Advertisment -spot_img

Most Popular

Recent Comments