sabato, Settembre 18, 2021
spot_img

Il sorgo

Il sorgo è un cereale dalla storia antichissima: le prime tracce della sua coltivazione si trovano in Africa e risalgono a oltre 9mila anni fa. Rientra nella vasta famiglia delle Graminacee e si presenta in molte varietà, che si prestano a molteplici utilizzi (ricordate le vecchie scope di saggina?).

Tra le varietà commestibili, la più diffusa è quella del sorgo bianco, molto digeribile e dal sapore dolciastro.
Dal punto di vista nutritivo, sono tanti i punti a favore del sorgo. Ha un indice glicemico basso, quindi è indicato nei soggetti con sindromi metaboliche. E’ ricco di sali minerali, vitamine e proteine, mentre è povero di grassi. Poiché non contiene glutine è l’ideale per chi soffre di celiachia.  

Come utilizzarlo
La prima cosa da fare è prendere i chicchi di sorgo interi, decorticati, e lasciarli in ammollo in acqua fredda per alcune ore. In questo modo rimangono morbidi ed elastici. Per cuocerli, metteteli a bollire per una ventina di minuti in acqua leggermente salata, e saranno pronti. Il sorgo è ottimo se abbinato a verdure e legumi. Consigliamo anche la bevanda vegetale di sorgo, da consumare al mattino per una colazione leggera e rigorosamente veg.

- Advertisment -spot_img

Most Popular

Recent Comments